Risonanza Magnetica Nucleare APERTA

  • Risonanza Magnetica Nucleare APERTA

La risonanza magnetica (nome completo “risonanza magnetica nucleare”, o RMN) è una tecnica radiologica basata su di un campo magnetico al distretto corporeo da esaminare.

La nostra apparecchiatura è di tipo “Aperto”, pertanto il paziente non entra nel caratteristico tubo ma viene semplicemente fatto stendere su di un lettino che consente di posizionare la parte del corpo da studiare, in prossimità del magnete. In questo modo l’esame è ben tollerato da parte di pazienti claustrofobici, ansiosi.

Per tutti i pazienti risulta comunque più confortevole rispetto alla apparecchiatura chiusa, sia per la sensazione di minor costrizione che per la silenziosità.
La risonanza magnetica risulta particolarmente indicata per lo studio dei tessuti molli: legamenti, muscoli, organi interni, sistema nervoso e vasi sanguigni. L’esame ha una durata media di 20-30 minuti.
Secondo le attuali conoscenze, in considerazione del fatto che non utilizza radiazioni ionizzanti ma campi magnetici e radiofrequenze, l’esame di risonanza magnetica risulta completamente innocuo.
Purtroppo però, visto che la metodica utilizza campi magnetici e radiofrequenze, non possono essere sottoposti agli esami di risonanza magnetica:

– I portatori di pace maker cardiaco;
– I portatori di neuro stimolatori;
– I portatori di protesi con circuiti elettrici;
– Le donne in stato di gravidanza nei primi tre mesi.